Slogan tees: il nuovo trend 2017

È stato con la sfiata che ha inaugurato l’ingresso di Maria Grazia Chiuri alla direzione creativa di Dior che ha avuto il via uno dei trend più social del 2017: le slogan tees, ovvero maglie e T-shirt che riportano scritte e frasi provocatorie, divertenti o con l’intento di trasmettere positività.

La maglietta che più ha attirato l’attenzione è stata quella con un messaggio di portata politica:

«  W e   s h o u l d   a l l   b e   f e m i n i s t s  »

Chiuri non solo lo afferma, ma lo mette nero su bianco su un capo in edizione limitata condiviso in massa da blogger, fashioniste e non solo, proprio per via della sua importanza al di fuori dei confini della moda.

Dolce&Gabbana ha preferito giocare, invece, con la vanità e le fantasie disneyane femminili, conferendo alla proprietaria della maglietta il titolo di Principessa (quella originale).

Simile a questa è una delle proposte del brand di fast fashion H&M: una T-shirt over color salmone, perfetta per la stagione estiva, con una piccola ma evidente scritta in primo piano:

S N A P   Q U E E N

 

 

Alberta Ferretti si è unita al trend con il lancio della sua prima capsule see now buy now composta da sette maglioni coloratissimi, ognuno dei quali con il nome di un giorno della settimana ricamato sul petto.

Gli accostamenti originali dei colori e il mood allegro ne hanno fatto indubbiamente una delle più apprezzate della stagione.

 

In vendita sull’E-Shop dell’influencer italiana che vive a Los Angeles, la T bianca 100% cotone si impreziosisce grazie alla scritta ricamata a mano:

F E M I N I S T

L’ennesimo successo assicurato by Chiara Ferragni che ha fatto impazzire i social.

Un messaggio, quello lanciato dalla stilista inglese Victoria Beckham, per rispondere scherzosamente a chi l’accusa di prendersi troppo sul serio, celando la sua immagine dietro occhiali da sole e un’espressione sempre troppo sostenuta.

«   F a s h i o n   s t o l e   m y   s m i l e   »

si legge nero su bianco sulla T-Shirt limited edition in vendita sul sito e nel flagship al 36 di Dover St.

La storica maison fiorentina inaugura una capsule col grafittaro Trouble Andrew. Due culture che si incontrano: l’alta sartorialità di Gucci e l’arte contemporanea, passato e presente, in perfetta sintonia con la direzione artistica di Michele.

Una T-Shirt oversize con stampa GucciGhost.

di Camilla Piccardi
e Edoardo Andrini

Annunci

1 Comment

  1. Da inserire anche la collezione ideata da Prabal Gurung con una serie di maglie senza sottotesti e decisamente determinata a diffondere i suoi messaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...