#Liberamente – La ragazza dello Sputnik

Oggi voglio parlarvi di un libro di un autore molto conosciuto soprattutto fra i giovani: Haruki Murakami. L’opera in questione è “La ragazza dello Sputnik”.

Non è lunghissimo, ma vi assicuro che è molto intenso e, se ci si arma di coperta e cioccolata calda, si può facilmente leggere tutto d’un fiato.

Trama

Il protagonista, del quale non conosciamo il nome, è innamorato di Sumire, una studentessa appassionata di Jack Kerouac. Essa è un’aspirante scrittrice ed è ossessionata da questa sua passione. Durante un matrimonio, Sumire incontra una donna più grande di lei, Myu, e nel giro di pochi giorni se ne innamora. Inizierà a lavorare con lei nella sua azienda vinicola e avrà quindi modo di conoscerla bene. Durante un viaggio in Grecia, però, accadrà qualcosa di importante che cambierà per sempre le loro vite.

Stile e tematiche

Attraverso il suo stile semplice e lineare, tipico della letteratura giapponese, Murakami affronta tematiche quotidiane come l’amore non corrisposto, crescere diversi in una società governata dal conformismo e il conflitto fra realizzare i propri sogni e vederli irrealizzabili nel mondo reale. Mentre Sumire è un personaggio sopra le righe, il narratore è un uomo che convive da tempo con conflitti interiori che, nel corso degli anni, ne hanno mutato la personalità. Esso è dunque un personaggio particolare e intrigante, diverso dai soliti protagonisti di Murakami che, al contrario, sono un libro aperto per il lettore.

Molti aspetti della storia, una volta conclusa, rimangono irrisolti, come spesso accade nei libri di questo autore. Questi sono infatti il simbolo della stranezza della storia e dei personaggi che la abitano.

*SPOILER*

[Il romanzo si chiude con il protagonista al telefono, come in molti altri romanzi di Murakami.]

Curiosità

• Lo Sputnik fu il primo satellite artificiale mandato in orbita attorno alla terra. Venne lanciato il 4 ottobre 1957 dal cosmodromo di Baikur. La parola Sputnik significa “compagno di viaggio”.[wikipedia]

• Il libro viene menzionato nel film “Paris, Je t’aime”.

• Un passaggio del romanzo è citato nella serie TV “Nearly Famous” di Channel 4.

Cari lettori, anche oggi siamo giunti al termine, io vi saluto e vi auguro una buona domenica!

di Jacopo Milani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...