GrandPa by Giotto Calendoli

Scoprire un’uomo scavando nei ricordi del suo passato e riviverli attraverso la memoria di chi l’ha conosciuto, cercando di costruire un’immagine che gli renda omaggio.
Così Giotto Calendoli, blogger di TheAtelier.me, ha realizzato la sua prima collezione di cappelli.
L’esclusività dei soli 50 pezzi sottolinea l’alta sartorialità con la quale sono realizzati.
Qualità ed unicità si riscontrano dalla numerazione di ogni singolo cappello.
Un progetto che nasce dal cuore, quello di GrandPa, nome che il giovane designer ha voluto dare alla sua prima collezione. Un omaggio alla famiglia, perché il sangue è il legame più forte.
“Handle with freedom”, ricamato sul cappello, ne rispecchia l’ispirazione: il Marocco.
Un viaggio in Nordafrica tra i colori delle spezie e l’aria misteriosa che si respira in città dove arte, storia e deserto si fondono rendendone affascinante ogni singolo essere umano.

In questa cornice gli scatti che accompagnano la campagna per il lancio dei due modelli: volti di gente comune impegnata nelle loro attività quotidiane. I sorrisi, le luci, i colori della terra e l’architettura sono perfettamente in sintonia coi modelli Beduin e Balckhash, recuperando dalla tradizione araba un nome che racchiude un significato culturale profondo.
Entrambi realizzati con feltro in pelo di coniglio, antichizzati, si ispirano all’eredità senza tempo del nonno di Giotto Calendoli.

di Edoardo Andrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...