Ricordi da Firenze

c429b026-edd8-40d9-b397-95284eda12cf

Firenze e la sua luna piena, in questa notte di tardo autunno… aria pungente sul viso e mani fredde. Passi lenti fanno compagnia ad occhi che cercano, ammirano e godono di una Bellezza che qui è ovunque, strabordante. Ci si perde tra la folla dei vicoli, verso Santa Croce, dove giungi inseguendo il vociare balordo di giovani turisti e di studenti in libera uscita. Poi su, Piazzale Michelangelo e San Miniato, sorprendente angolo di Silenzio, di Assoluto e Spiritualità, ed il Cimitero delle Porte Sante, con i suoi marmi ed i suoi millenari cipressi, da dove si gode la vista più bella della città. E poi ancora borgo San Leonardo e, più in là, gli ulivi del Poggio… Dentro la vita, dentro l’oggi, a pieni polmoni. Dentro i ricordi… e allora ti affretti veloce verso Piazza, come ad un appuntamento scritto in agenda al quale sei in rovinoso ritardo, prendi posto sui gradini alla Loggia dei Lanzi, e lasci che tutto ti travolga! Cose belle che vedi, cose belle che vivi, cose belle che fai, musica meravigliosa che canti, profumi che assapori, occhi che incontri, mani amiche che stringi, affetti nuovi che ti sorprendono, pensieri e ricordi. Tutto…

Mi sospendo in immagini che mi vivono dentro… i rossi ed i gialli accessi dei miei boschi, il silenzio dei campi giù nella Bassa, tra Brignano e Treviglio, la nebbia a metà montagna e l’orizzonte, infinito, che si ammira quando arrivi in vetta… Rapito. Parentesi di altre bellezze che, in taluni istanti, mancano enormemente… Cerco di frenare pensieri e ricordi, e occhi lucidi, del mio mondo di ieri e di oggi, e di disegnarmi sul viso un sorriso per le tante cose importanti che mi fanno battere il cuore e che mi arricchiscono la vita. Si, sorrido e, mani in tasca – la sciarpa è rimasta in teatro – mi riperdo nuovamente in altri vicoli, verso Pitti, Santo Spirito e Porta Romana, pensando a quale grande e continua sorpresa è la vita per me.

Resto incredulo e mi chiedo, lo farò sempre, se tutto questo è davvero tutto per me…

Torno a casa.

di Manuel Epis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...