La grande rinuncia di Dylan? Non mi sorprende

Dopo la pubblicazione di ieri del post “L’arte di snobbare un Nobel” di Marco Bellinzona, pubblichiamo oggi un commento a proposito scritto da Luciano Chenet.

bobdylan-xlarge_transeo_i_u9apj8ruoebjoaht0k9u7hhrjvuo-zlengruma

Ognuno ha motivazioni personali e segue istinti, passioni e ragioni nelle proprie scelte. La storia di Bob Dylan lo presenta come una persona coraggiosa, capace di scelte impopolari e incomprensibili, che lo hanno fatto il primo “divo anti-divo”. Partito come paladino del folk rifiuta l’etichetta del “songwriter di protesta“, sono solo canzoni, e si converte al rock affrontando l’ira dei suoi fans; all’apice della carriera e dopo album con pugni di canzoni ciascuna dei quali avrebbe potuto fare la fortuna di un altro artista, si ritira per qualche anno senza dare spiegazioni. Rientra con un album di puro country e con alcuni album intrisi di misticismo cattolico, per prose. Gli ultimi 6/7 dischi sono piccoli capolavori, siano di canzoni originali, di cover di canzoni anni ’50, o canzoni di Natale; sono sconosciuti ai più, benché canzoni profonde e intrise di poesia.

Pertanto chi conosce il percorso di Dylan non è sorpreso del suo “sono onorato, ma non posso”; personalmente ci avrei pure scommesso, come so, io che l’ho visto almeno 20 volte in concerto (e ammetto sono di parte), che se canta in maniera scostante e distaccata lo fa perché a lui piace così, e questo è importante, cantare canzoni, esprimere poesia in musica, senza compromessi, da vero “divo antidivo“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...