Sportswear d’autore

1

Correvano gli anni ’50, quando Lea Pericoli piroettava sui campi da tennis indossando stravaganti mise in piume, pizzi, lustrini… corte abbastanza da esibire la lingerie ad ogni balzo, attirando i fotografi come mosche al miele. Una vera rivoluzione per l’epoca, non solo stilistica e sportiva, ma soprattutto femminile, quando ancora le giocatrici usavano gonne lunghe e sottane-pantalone.

Oggi questi tabù sono scomparsi, la linea di demarcazione tra fashion e sport system non esiste più e i codici espressivi si mescolano a vicenda: basti pensare a quei capi sportivi diventati archetipi dello stile, come le Converse All Star, ai completi boudoir di Venus Williams, o ad Armani chiamato a disegnare le divise degli azzurri per le Olimpiadi di quest’anno.

2

La sfida per quegli stilisti che, come Riccardo Tisci, sono chiamati a collaborare con famosi brand sportivi è quella di armonizzare l’estetica tipica dell’haute couture e l’ottimizzazione della performance atletica. Traguardo raggiunto con NikeLab x RT: Training Redefined, collezione frutto della rinnovata collaborazione tra l’omonima azienda americana e il direttore creativo di Givenchy.

La capsule ha mantenuto l’impronta street e moderna in entrambe le declinazioni, rendendole indossabili anche nella vita di tutti i giorni. Una basic, giocata sul bianco e nero, già disponibile sul mercato da luglio, l’altra ricoperta da grafismi caleidoscopici di fiori, stelle e teschi, rilasciata solo il mese scorso.
La ricerca tecnologica sui materiali e sulla leggerezza, invece, è stata il cuore pulsante del progetto in fatto di training: da qui sono nati i leggins saldati con la colla, meno pesante delle classiche cuciture a filo, per rendere i movimenti più aerodinamici.

3

«Nella moda siamo abituati a lavorare con figure in un certo senso “deformate”, con gambe molto lunghe e busto piccolo. Quello degli atleti invece è il vero corpo umano. È assoluta gioia e salute.» parole di Tisci, che del vero corpo umano ha fatto anche il protagonista della campagna pubblicitaria. Le immagini in bianco e nero di Inez van Lamsweerde e Vinoodh Matadin ritraggono la scattista Sanya Richards-Ross e il campione di decathlon Ashton Eaton, evidenziando il movimento e la sensualità dei corpi in tensione, forti ed energici.

di Camilla Piccardi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...