ATALANTA, SCONFITTA IMMERITATA CONTRO LA FIORENTINA

I nerazzurri giocano bene e perdono di misura. Stanchi di vedere la grinta solo con le big.

Atalanta

Non basta un’Atalanta a tratti bella a fermare la Fiorentina, che si impone 3-2 al Comunale. Un risultato immeritato, con il pareggio che sarebbe stato senz’altro l’epilogo più giusto per questa partita. L’Atalanta gioca un buon primo tempo, pressando alta per forzare la giocata dei viola, che impensieriscono Sportiello solo con un calcio di punizione di Pasqual. Per i nerazzurri due buone occasioni: prima Tatarusanu salva su un colpo di testa di Dramé, poi Gomez spedisce a lato dopo un grande inserimento su un cross rasoterra di D’alessandro. Il ritmo cala leggermente nel secondo tempo, la Fiorentina può cominciare il suo possesso palla e l’Atalanta prova a rendersi pericolosa con qualche accelerazione sugli esterni, senza però trovare la conclusione in porta. La doccia fredda arriva verso il 70° minuto di gioco, con Mati Fernandez che gira di testa andando a trovare l’interno del secondo palo e battendo un incolpevole Sportiello. Il vantaggio della Fiorentina manda in tilt i nerazzurri, che cominciano ad attaccare a testa bassa senza grande organizzazione. Negli ultimi minuti succede di tutto: prima Tello, con tanta fortuna, sigla il 2-0 in contropiede; tre minuti dopo Conti risolve una mischia in area da calcio d’angolo e riporta in partita i nerazzurri. La speranza dura poco, perché all’89° Kalinic, completamente solo,raccoglie un cross dalla sinistra e infila Sportiello per il 3-1. In pieno recupero, poi, Pinilla approfitta di un errore di Astori e segna il 3-2, e Conti si fa ammonire per la seconda volta dopo un fallo ingenuo su Kalinic.

Se non fossimo in una situazione sportivamente tragica, nella sconfitta di oggi si potrebbero trovare diversi aspetti positivi da cui ripartire. L’Atalanta ha sicuramente brillato di più rispetto alle ultime uscite (non che ci volesse molto…), ma serve a poco tirare fuori gli artigli contro le “big” per fare bella figura e poi tornare a sedersi cercando di strappare pareggi su ogni campo. (vedi prestazione contro l’Inter e successive). L’ambiente non è sereno, e questo si è visto soprattutto dopo il gol di Fernandez, con l’Atalanta che non è stata in grado di costruire un’azione offensiva degna di nota (i gol sono nati da calcio d’angolo e da un cross dalla trequarti, classica palla lunga del finale). Reja sì o Reja no? Siamo abbastanza sicuri che non vedremo cambi di panchina, ma undici partite senza vittoria sono tante, probabilmente nessun allenatore ha resistito tanto a lungo su una panchina con questi risultati. Di queste undici, le partite da vincere assolutamente erano tre: Genoa in casa, Frosinone e Verona in trasferta. Vincendone anche solo due saremmo oggi in acque molto più calme, soprattutto guardando alle prossime due gare: una trasferta complicatissima a Carpi e la Juventus in casa. Perdendo a Carpi l’Atalanta avrebbe steccato contro le ultime tre della classe, proseguendo con un andamento da retrocessione. È il momento che la società faccia chiarezza e prenda delle decisioni che a questo punto sono cruciali.

SPORTIELLO 6,5 grande salvataggio su Paqual nel primo tempo. Incolpevole sui gol.

TOLOI 6 non commette sbavature e rischia poco, bene così.

MASIELLO 6 stesso discorso fatto per Toloi, continua il suo buon periodo di forma.

CONTI 6 nel primo tempo ottima chiusura su Bernardeschi, oggi spinge poco per non concedere spazio all’esterno viola. Trova il gol nel finale ma si fa espellere ingenuamente, peccato.

DRAMÉ 5,5 soffre Tello ed è comprensibile visto il passo dello Spagnolo. Tatarusanu gli nega il gol su un bell’inserimento, per il resto si vede poco.

DE ROON 6 il suo rendimento è calato (c’era da saperlo), però in mezzo al campo risponde sempre presente. Prova anche ad impostare, con discreti risultati.

KURTIC 5,5 manca di continuità, alternando buone giocate ad errori stupidi. (BORRIELLO S.V. viene gettato nella mischia, ma arrivano pochi palloni in area)

CIGARINI 5 si capisce che non è in giornata dallo stop sbagliato a inizio gara sul lancio di De Roon. Dovrebbe essere il più dotato qualitativamente, invece gioca spesso la palla con sufficienza commettendo anche errori banali. Sull’azione del 3-1 passeggia in area guardando Kalinic completamente libero, senza preoccuparsi di andare a marcarlo.

IL MIGLIORE – D’ALESSANDRO 6,5 corre lungo tutta la fascia, sacrificandosi anche nel pressing sui difensori viola. Le azioni più pericolose dell’Atalanta arrivano dalla sua parte, peccato per la precisione che manca spesso. Esce dolorante. (GAKPE S.V. si vede poco, aspettiamo per giudicarlo)

PINILLA 6 parte male, rimediando un cartellino giallo per una reazione plateale ad un fallo fischiato contro. Poi mette la testa a posto e gioca la solita gara di sacrificio, facendo a sportellate con i difensori. Speriamo che il gol nel finale gli dia un po di fiducia per le prossime gare. Bentornato.

GOMEZ 5,5 il Papu sembra in crescita, ma il gol sbagliato nel primo tempo è pesante. Per il resto fa vedere qualche buona discesa sulla sinistra, senza però riuscire a creare scompiglio nella difesa della Fiorentina. (DIAMANTI 5 non entra mai in partita e fa più casino che altro. Fuori luogo.)

REJA 5,5 Azzeccatissima la scelta di mettere D’Alessandro dal primo minuto, l’Atalanta gioca una buona gara ma manca la sua lettura della partita. Cigarini meritava di essere sostituito più di Kurtic, Diamanti esterno è come giocare con un uomo in meno. A quel punto meglio cercare un cambio di modulo e azzardare qualcosa. Panchina sempre più precaria.

di Luca Pisoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...