LE MIGRAZIONI DEL MEDITERRANEO

immigrazione_02

“Alla fine del 2014 erano 59,5 milioni le persone nel mondo costrette alla fuga a causa di persecuzioni, conflitti e violazioni dei diritti umani. Questo numero è il più alto mai registrato. Sono 8,3 milioni di persone in più rispetto alla fine del 2013: il più grande incremento annuo mai verificatosi in un solo anno. 19,5 milioni di queste persone erano rifugiati. Gli Stati membri dell’UE ospitano una quota relativamente piccola di questo numero. Alla fine del 2014, il principale paese ospitante nel mondo era la Turchia, seguita da Pakistan, Libano, Iran, Etiopia e Giordania. Il Libano ha ospitato di gran lunga il maggior numero di rifugiati in rapporto alla popolazione, con 232 rifugiati ogni 1.000 abitanti. In tutto il mondo, l’86% dei rifugiati sotto il mandato dell’UNHCR vive in paesi in via di sviluppo.”
UNHCR Global Trends 2015, World at War

“Quest’anno il numero di rifugiati e migranti che hanno attraversato il Mar Mediterraneo ha ormai superato i 300.000, di cui quasi 200.000 arrivati in Grecia e 110.000 in Italia. La cifra rappresenta un forte aumento rispetto allo scorso anno, quando in tutto il 2014 circa 219.000 persone hanno attraversato il Mediterraneo. Inoltre si stima che quest’anno circa 2.500 rifugiati e migranti siano morti o scomparsi nel tentativo di raggiungere l’Europa. Questo numero non comprende l’ultima tragedia avvenuta il 27 agosto al largo della Libia, in cui il numero di morti non è ancora stato confermato. L’anno scorso sono state circa 3.500 le persone morte o date per disperse nel Mediterraneo.”
UNHCR, 28 agosto 2015

Il fenomeno delle migrazioni, che ogni giorno coinvolge migliaia e migliaia di disperati, è ora più attuale che mai. La Fondazione Serughetti La Porta ha organizzato un ciclo di 6 incontri, il primo previsto per mercoledì 4 novembre 2015 presso la sede in viale Papa Giovanni, per dare l’opportunità a tutta la popolazione, giovani e meno giovani, di informarsi attivamente su uno dei problemi che più tragicamente sta mettendo in ginocchio l’Europa, il nostro mondo, e la struttura di ideali e certezze che lo sorregge.

Di seguito gli incontri previsti per 6 mercoledì:

Mercoledì 4 novembre 2015 ore 17,30 I muri del Mediterraneo presentazione di Borderline, viaggio in sei video sulle frontiere europee più usate dai migranti Un reportage a puntate attraverso le porte d’ingresso in Europa
con Stefano Liberti, Internazionale

Mercoledì 11 novembre 2015 ore 17,30 Politiche europee e scenari futuri
con Fulvio Scaglione, giornalista, Famiglia Cristiana

Mercoledì 18 novembre ore 17,30 Le cause delle migrazioni: discriminazioni e persecuzioni. Il caso Corno d’Africa
con Beatrice Nicolini, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

Mercoledì 25 novembre ore 17,30 Il business delle migrazioni
con Giuseppe Acconcia, giornalista, Il Manifesto

Mercoledì 2 dicembre ore 17,30 Le cause delle migrazioni: le guerre. Il caso Libia
con Antonio Morone, Università di Pavia

Mercoledì 9 dicembre ore 17,30 Presentazione del libro: Confessioni di un trafficante di uomini
con Giampaolo Musumeci, giornalista, conduttore radiofonico di “Nessun luogo è lontano” Radio 24

Tutti gli incontri si terranno presso la sala della Fondazione Serughetti La porta, viale Papa Giovanni XXIII, 30 in centro Bergamo. Il costo per l’abbonamento a 6 incontri è di 20 euro; studenti, Card moltefedi e soci La porta 15 euro.

La prenotazione è obbligatoria e da effettuarsi presso la Fondazione Serughetti La porta negli orari di apertura della segreteria al numero 035219230 o via mail (info@laportabergamo.it) a partire da lunedì 15 settembre.

di Redazione SMP

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...