MADRID: LA VALLE DEI CADUTI

11418395_10206258872567136_1932621997_n

di Fabio Locatelli

Nei pressi di Madrid esiste una valle ricca di boschi, piante, profumi ed animali selvatici. Alla sommità della valle si erge una croce altissima, la più alta al mondo, che segnala la presenza di un luogo di memoria.
Si tratta della Valle de los Caídos (valle dei caduti), un complesso monumentale voluto dal dittatore Francisco Franco per onorare i caduti, tanto repubblicani como nazionalisti, della guerra civile combattuta in Spagna tra il 1936 e il 1939. Il monumento fu costruito tra l’anno 1940 e il 1958. Fa parte del patrimonio nazionale dello stato spagnolo. Alcune persone asseriscono che fu realizzato dai prigionieri politici del bando repubblicano. Sembra che i detenuti con un giorno di lavoro scontassero cinque giorni di reclusione. Alla base della collina sulla quale si erge la croce è situata una grande piazza circondata da colonne. Attraverso una grande porta si entra in una chiesa, che è considerata la basilica più grande al mondo. Si tratta di una enorme e profonda galleria illuminata da poche luci artificiali. Le sue pareti sono decorate con alcune immagini e sculture. Al fondo della basilica, a pochi metri dall’altare si trova la sepoltura di José Antonio, come indica l’iscrizione nel pavimento. Si tratta di José Antonio Primo de Rivera, il fondatore della Falange Spagnola. Morì giustiziato a mano dei repubblicani durante la Guerra Civile. Mentre un’altra sepoltura, anch’essa a pochi metri dall’altare, ospita i resti del dittatore Franco. Altre cappelle, anch’esse collocate nel fondo della galleria, ospitano i resti di circa 35000 combattenti, tanto repubblicani come nazionalisti, deceduti durante la guerra civile.

11349880_10206258876567236_86043527_n

Come si è detto, Franco volle il monumento per dare sepoltura a Primo de Rivera e per ricordare i caduti della guerra civile. Il luogo è sopravvissuto alla fine della dittatura. Oggi la sua esistenza suscita sentimenti contraddittori tra gli spagnoli. Col passare degli anni la Chiesa ha cercato di cambiare il significato del luogo per trasformarlo nel simbolo della riconciliazione. Ma questo è molto difficile visto che le sepolture di Primo de Rivera e di Franco occupano un posto centrale nella basilica. Così il monumento sembra più il mausoleo dedicato ad essi piuttosto che un simbolo di riconciliazione.

11418432_10206258872607137_622453831_n

La “Valle de los Caídos” evoca l’associazione tra la Chiesa cattolica e il potere politico. La Chiesa spesso nella storia ha appoggiato (e spesso ha ideato) iniziative politiche molto dannose per gli esseri umani. In alcune occasioni ha sostenuto, fisicamente ed ideologicamente, “guerre giuste” di vario tipo, come sanguinarie crociate e dittature. Sconsiglio la visita al monumento della Valle de los Caídos in quanto il suo aspetto lugubre e la sua storia provocano disgusto e suscitano emozioni negative.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...